Pubblicato da: esplosione di gioia | 22/10/2012

ADESSO Sì, SONO INCAZZATA

Se iniziassi a scrivere diventerei un fiume in piena e scriverei forse “troppo”…quindi scrivo solo questo:

VERGOGNATI, VERGOGNATI DALLA PUNTA DEL PIEDE ALLA PUNTA DEI CAPELLI!

Questa volta non la passerai liscia. fidati.

Annunci
Pubblicato da: esplosione di gioia | 18/10/2012

OTTOBRE

– Essendo ormai in autunno è normale che ci sia brutto tempo, vento e pioggia. Ma ieri non poteva esserci un po’ di sole? Uff, da buona meteoropatica ieri era brutto tempo ed io ero veramente giù di corda. Il mio capo poi ci ha messo (molto) del suo! Poi mettici il contratto al cliente saltato, le aspettative deluse, un posto che pensavi fosse di un certo tipo ed invece no ecc…

– Oggi c’è un un po’ di sole e non c’è l’arietta freschina di ieri, ma… stamattina ho saputo che una mia cliente è mancata e giuro che ci sono rimasta male come fosse un parente! Ho parlato col marito al telefono e avevo la pelle d’oca… che triste…

– Poi tornata a casa a pranzo ho litigato con mio papà per una stupidaggine, ma le sue parole taglienti e i miei rospi in fondo allo stomaco hanno fatto scintille. Purtroppo è come avere un altro padre, dopo le due malattie non è più lui. Adesso non è più la bella persona che era. Questo per me è come avere un macigno sulla testa ogni giorno. Faccio finta di nulla, ma è una cosa dolorosissima. Se poi ci mettiamo la cattiveria che è capace di sputare gratuitamente, allora il gioco è veramente duro da sostenere. Sono certa che l’ictus gli abbia danneggiato qualche parte del cervello, perchè non voglio assolutamente credere che il suo stato attuale fisico e mentale siano voluti da lui stesso.

– La situazione casetta nuova è ancora in sospeso…stiamo aspettando l’ok per fare l’atto. Ci avevano detto entro ottobre, ma siamo al 18 e tutto tace! Boh…

– L’altro giorno mi è capitata una cosa assurda, uno psicopatico mi ha seguita per circa tre ore, prima a piedi e poi in auto, mi ha fatto dapprima girare le scatole e poi mi ha messo l’ansia!!! Ho chiamato il mio fidanza e gli ho detto ciò che stava accadendo, poi ho deciso di raggiungerlo sul lavoro…così mi sono un po’ calmata, ma soprattutto ho visto quanto lui tenga a me. Si è arrabbiato tantissimo all’idea del tipo che mi stava seguendo e chissà cosa poteva avere in mente, quindi si è messo di vedetta, teso come una corda di violino pronto a “farmi giustizia”. Per fortuna sono riuscita a seminare il pazzo prima di arrivare in ufficio del fidanza e soprattutto il pazzo e il fidanza non sono arrivati a contatto, perchè non oso pensare cosa sarebbe potuto succedere.

Però è bello sentirsi amata e protetta così! =)

– Ho tanta voglia di respirare l’autunno vero, quello fatto di boschi, castagne e tappeti di foglie rosse e  oro…quello dei manicaretti di mia suocera e dell’odore avvolgente della stufa scoppiettante, ma quest’anno mi sa che non sarà possibile andare in questi luoghi del cuore, c’è da risparmiare i soldi e non buttarli in benzina ed autostrada, ci sono le spese della casa che incombono, c’è il lavoro che ha la priorità, ci sono mille cose da fare nei we…insomma oggi sono proprio in versione uff sbuff…

– Insomma, oggi ho il cuore piccolo piccolo per la giornatina del cavolo, cerco un po’ di serenità sfogandomi qui sopra, spero funzioni.

Ora vado al lavoro. Bacio!

Pubblicato da: esplosione di gioia | 01/10/2012

OK L’AMMETTO…

....mi è tornata la voglia di scrivere! Peccato che il tempo sia pochissimo per farlo.

Il we è volato via veloce. Sabato abbiamo portato nonna a fare degli esami, poi spesa e pranzo da noi. Era contentissima di questo “strappo” alla routine. Le ho preparato al volo una carbonara e si è leccata i baffi. La grattatina di pecorino romano sopra ha dato veramente il tocco giusto e lei è rimasta stupita (ma non me l’ha detto direttamente) di come ho cucinato veloce e bene. Perchè lei ha il vizio di dirmi sempre “sei capace?”, mi reputa sempre piccola (e pure un po’ scema a volte mi sa..) per lei sono ancora bambina insomma! Il fatto che io sappia cucinare, usare la lavatrice, pulire la casa, guidare in autostrada ecc.. per lei sono ancora cose che deve metabolizzare…eheh la mia nonnona!
Sabato sera siamo andati con amici in un locale nel centro storico, dapprima hanno fatto musica unz unz unz pesante (che ridere!) poi verso mezzanotte e mezza hanno messo cose più ballabili, così abbiamo fatto gli scemi fino alle tre. Bella serata!

Domenica…tadaaaa! Il mio solito malditesta infernale mi ha impedito di andare allo stadio (e farmi del nervoso), così fino alle 16 siamo stati a casa e poi per l’ennesimo we abbiamo fatto un salto al mobilificio. Ok che i mobili che abbiamo scelto sono di marca, di qualità ecc ecc, ma com’è che ogni volta che l’arredatrice ci riceve i prezzi lievitano 2000 qui, 1000 là… ohu!!! Ma che sono io babbo natale?? Speriamo bene va di riuscire a fare tutto.

Oggi lavoro, tutto bene. Peccato che ieri faceva un caldo barbino e c’era un sole spettacolare…mentre stamattina per andare dai clienti mi sono bagnata come un pulcino! SGRUNT!

Approposito di pulcini…ho scoperto che solo io e un’altra mia amica siamo le uniche 2 al mondo che non hanno mai sentito la canzone sul P*lcino Pi*…insomma ma che è sta cosa???? Dove abbiamo vissuto per tutta l’estate? =P

E voi come avete passato il we?

 

Baciotti!!

Pubblicato da: esplosione di gioia | 25/09/2012

SETTEMBRE

Questo mese è volato, le cose da fare sono e sono state tante. Il lavoro è un po’ in calo in questo periodo quindi non è che sono tranquillissima, ma non mi perdo d’animo e cerco di fare del mio meglio.
I we passano via veloci tra un mobilificio e l’altro, piano piano stiamo scegliendo i NOSTRI mobili. E’ davvero bello esser così in sintonia con i gusti (quasi sempre!), è molto più facile scegliere, decidere, ecc..

Abbiamo le idee chiare e piano piano tutto sta andando al suo posto.

Per lavoro ho un’agenda con appuntamenti, clienti ecc…almeno nel we vorrei fare le cose un po’ così come vengono, invece da qui a fino non so quando anche i we li abbiamo programmati. Che vita impegnata!

Vabbè meglio così in fondo!

Parlando di blog…sono contenta avervi ritrovate/i quasi tutti qui, io sto cercando di esser un po’ più presente, ma vi leggo sempre anche se scrivo pochissimo.
Ma quando ci rivediamo amicici?? Molti di voi non li vedo da un’eternità! buuu

 

Opss suona il citofono, arriva la mia metà..scappo… baci grandi a tutti, a prestooo!

(che post sconclusionato!!)

Pubblicato da: esplosione di gioia | 19/09/2012

DA DOVE COMINCIO?

Da raccontare ne ho tantissimo!

Vi dirò le cose principali in breve:

-il lavoro va avanti bene e dopo neanche un anno mi hanno proposto una promozione!

-l’estate è volata via veloce tra il matrimonio in sicilia di mia cugina, lavoro, mare, qualche giorno in toscana e qualche dalla suocera.

-abbiamo visto un sacco di case e finalmente…l’abbiamo trovata: grandezza giusta per noi 2(anzi 3, non potrei mai separarmi da momino), carina, da personalizzare! se tutto va bene avremo le chiave entro i primi di novembre!

-abbiamo in ballo tante belle cose da fare, ma per ora acqua in bocca!

-sono una perfetta organizzatrice…devo diventare planner di qualcosa! sicuramente faccio un sacco di soldi!

-alcune amiche mi hanno dato belle notizie e sono felicissima per loro!!

-sono due giorni che sono con la mascella bloccata: la dentista oggi mi ha detto che è colpa di un dente del giudizio…maledetto! così niente lavoro…come facevo con i clienti? ho pensato ad un ventriloquo ma non ero molto convinta! =P

-e poi? qualche altra novità c’è ma per ora la tengo per me… =)

A presto! bacissimi!!!

Pubblicato da: esplosione di gioia | 03/06/2012

TUTTO BENE

ImmagineVa tutto bene, giuro che torno presto qui tra voi…
Vi penso spesso e vi leggo pure!
E’ un periodo pienissimo per me: tra il lavoro, la patente della moto, la Samp, il mio compleanno, le case da vedere e valutare, la partenza imminente per la Sicilia per il matrimonio di mia cugina, l’anca di mia suocera,, ecc…
Però è un periodo postivo quindi vi lascio con un sorriso e un bacetto…smacchete!
 
Pubblicato da: esplosione di gioia | 31/01/2012

NEVEEE

Finalmente la neve!

Peccato io l’aspettassi a Natale!

Meglio tardi che mai!

Lievi e soffici fiocchi svolazzanti.

Pubblicato da: esplosione di gioia | 17/01/2012

UN SOGNO DA INCUBO

.

.

.

.

.

.

Non riesco quasi a pensare ad altro.
A giugno io e la mia dolce metà eravamo là sopra.

Un bestione enorme, maestoso, impavido.
Ad ogni porto ci siamo sentiti orgogliosi di esserne passeggeri.

In confronto tutte le altre navi erano dei traghetti!

 

.

.

.

..

.

.

.

.Non me ne capacito che tutto quello splendore sia lì, sofferente e morente su degli scogli aguzzi.

Però ho anche tanta rabbia dentro. Mi ricordo perfettamente che quando abbiamo fatto l’esercitazione di emergenza (vedi foto a lato) più della metà delle persone non ascoltavano, si facevano i fatti loro, ridevano e facevano casino con conseguente difficoltà dell’equipaggio a spiegare nelle varie lingue le procedure da seguire.

Certo, non ti aspetteresti mai che una nave così grande possa affondare, però se si fa un’esercitazione ci sarà un motivo no?

Ho sentito dai tg e dalle testimonianze (e tra le tante castronerie sparate dalle tv) che molta gente ha fatto di testa propria, come alcuni che si sono gettati in mare. Mare buio e gelido.

Io non oso immaginare il panico e lo sconforto di quei momenti, ma fare cose avventate ha creato solo difficoltà maggiori a passeggeri ed equipaggio.

Gente che si è lanciata in mare, tutt’ora, risulta dispersa. Ma va?

Altra, che nonostante le scialuppe fossero stracolme con anche anziani e bimbi, si sono lanciati addosso a peso morto creando non pochi problemi.

Non era in una situazione come il Titanic. Diciamolo chiaramente. Non c’erano iceberg e acqua polare. Non era mare aperto. Non era l’Oceano.
Nella sciagurata manovra di avvicinamento alla costa, il capitano ha avuto la decenza di far appoggiare la nave a pochi metri dalla riva in modo da rendere semplici le operazioni di salvataggio evitando l’affondamento del bestione.

Capisco fosse buio, freddo e tutto fosse un vero incubo, ma chi ha ben pensato di “salvarsi” a modo proprio, creando più danno che altro o chi una volta arrivato sulla terra ferma non ha lasciato le proprie generalità ha alimentato solo il numero dei dispersi e l’impiego di forze inutili nella ricerca.

Ho sentito davvero molte cazzate, ho sentito un passeggero rumeno (in cerca di fama e risarcimenti) dire talmente tante cattiverie sull’equipaggio che fossi stata io una dipendente Costa lo avrei ributtato in mare.

La colpa sicuramente è di qualcuno. Del comandate (la telefonata è imbarazzante!) e di chi per lui.

Ma resta il fatto che su 4200 e passa persone, QUATTROMILADUECENTO, ne siano morti “solo” sei…. beh questo mi pare un dato rilevante.

Certo, era meglio se non fosse successo nulla, ma dal momento che è successo, sei vittime sono un miracolo.

L’equipaggio fa spessimo esercitazioni di vario genere, quindi che non vengano a dire che sono persone sprovvedute.

L’hotel director salvato per terzo ne è un’esempio. Esempio di professionalità ed umanità.

Mia cugina ha penato per lui per due giorni, lei lavora da 30 anni in Costa ed è sua amica da anni.

Adesso mi auguro di cuore che i 16 dispersi vengano ritrovati in qualche modo sani e salvi. Lo spero di cuore.

Confido nella giustizia per far chiarezza ed eventualmente punire i responsabili.

Però…però… vorrei tanto anche che i vari tg, allnews ecc… dicessero la verità, si informassero sui fatti, i dati e le cose concrete, senza più sparare notizione solo per fare share.
Purtroppo spararle grosse e a caso è un grave malcostume italiano..

Inoltre sarebbe buona cosa che le centinaia di migliaia di persone che sparano a zero  sull’equipaggio,  su i vari siti, socialnetworks ecc, la smettessero di  fare i professoroni, magari non hanno mai messo mezzo piede su una nave del genere e non sanno neppure minimamente come è la vita di bordo, eppure sputano sentenze. Forse è l’ora di finirla.

(Il caso vuole che la prima vacanza con la mia dolce metà io l’abbia fatta proprio al Giglio 5 anni fa, inoltre la nostra prima crociera insieme è stata proprio quella di giugno 2011 sul gigante del mare ferito venerdì)

N.B. Le immagini contrassegnate dalla scritta “powered by piccolissima esplosione di gioia 2011” sono foto fatte da me stessa nella settimana tra giugno e luglio 2011 a bordo della nave, ogni riproduzione è vietata.

La fotografia con la scritta “PANCA” è un’immagine trovata sul web e modificata da me per compararla con quella fatta a giugno 2011.

Pubblicato da: esplosione di gioia | 10/01/2012

DOVREI RICAPITOLARE UN PO’

Novembre:

  • il 4 è successo l’inferno sotto ai miei occhi, sotto casa mia.
    Non vi racconto nel particolare perchè mi viene ancora da piangere.
    Persone, auto, moto e cassonetti portati via dalla furia dell’acqua come fossero foglioline secche in un torrente.
    Grida, pianti e tantissima paura.
    Nei successivi giorni l’attività principale è stata spalare e pulire, pulire e spalare.
    Nella disgrazia c’è stata però tanta dimostrazione d’affetto. Gente sconosciuta che ci portava da mangiare e bevande calde.
    Ci sono stati anche dei disgraziati che ci rubavano sotto al naso le cose recuperate e pulite, ma vabbè quelle persone prima o poi verranno punite dall’alto.
  • Qualche giorno dopo è mancato mio zio. Davanti ai miei occhi. Ho visto la  morte. davvero. L’ho vista sbattere il suo corpo sul lettino dell’ospedale ad un cm dalla sala operatoria. Lo sbatteva così violentemente che penso lo abbia preso per il colletto e con braccia possenti lo abbia scosso.
    Zia non si è resa conto. A volte l’egoismo e l’egocentrismo di mia zia è così influente che non si rende conto del mondo che ha intorno. Le ho dovuto dire io perchè e come è morto. Ma in fondo non è colpa sua, o meglio a 85 anni le persone non si cambiano.
    Poi è crollata ed ho dovuto fare un sacco di cose io, in quanto lei era nella confusione più totale. Un mese intero di corsa.

Dicembre:

  • Appena appianate un pochino le cose, il 9 Minny ha avuto un malore così brutto che pensavo di perderla. D’urgenza dal veterinario. Punture per 5 giorni.
  • Il 17 ed il 18 ero a Como e lei è stata male, ma mia mamma non l’ha portata dalla dottoressa e questo mi ha fatta arrabbiare.
    La notte tra il 18 e il 19 l’ho passata sveglia con orecchie tese per sentire ogni suo minimo versetto.
  • Il 19 mattina ha avuto tre-quattro crisi. Corsa disperata in clinica. Miracolosamente si riprende un pochino.
    Tornate a casa l’ho messa nella cuccia.
    Mi faccio un toast ma ogni 5 minuti la controllo nella sua cuccia. Ormai è come paralizzata. Respira male. Però risponde agli stimoli.
    Mentre addento il toast mi viene l’istinto di andarla vedere in camera, invece me la trovo davanti alla cucina. Testina alzata verso me, zampe tremati e pieagate all’indietro. Con tutte le sue forze si è fatta i 6 metri che dividono la camera dalla cucina. Mi è venuta a chiamare.
    L’ho presa in braccio. L’ho messa nella sua cuccia. Mi sono seduta per terra ed ho iniziato a massaggiarla.
    Nel mentre mi chiama Cri e lei tra le mie mani smette di respirare.
    La mia piccina è morta dopo 15 anni insieme.
    Un dolore enorme. Ma meglio così, non avrei sopportato di vederla magari sofferente e paralizzata.
    Però non dimenticherò mai il suo sforzo enorme di alzarsi e venirmi a chiamare prima di morire. La mia piccina.
  • Il Natale è passato veloce. Molta tristezza per l’assenza della piccina, ma ho riscoperto molto amore e calore nei pranzi-cene famigliari.
    A parte mio papà che ha fatto sempre le sue solite scene con l’umore  up & down…
    Ma tutto sommato è stato un bel Natale.
  • Capodanno è stato molto piacevole. Cena fuori in 6 con amici. Molto cibo, allegria e pochissima spesa. Bel locale. Quest’anno però niente fuochi. Anzi mi sono battuta parecchio nella campagna anti botti per la difesa della salute degli animali.

Gennaio:

  • L’anno è iniziato con un punto di domanda, bello grosso. Ma nonostante l’ansia e l’angoscia ho avuto una dolcissima conferma.
    La mia Metà mi ha dimostrato più che mai il suo amore. Me l’ha fatto respirare ogni secondo di questi interminabili giorni d’angoscia. Poi tutto si è risolto, ma quel che mi ha dimostrato con i gesti è valso molto più un milione di parole!
  • Per il ponte della Befana siamo stati a Como per 5 giorni. Tanto relax, tanto sioppin’ e tanto ammmore. Una mini vacanza conclusa con una 2 giorni con cari amici. Tutto bello tutto perfetto. Abbiamo fatto un giro al lago, ma anche in montagna in baita con tanto di cena tipica, camino e un po’ di neve. Bello!
  • Oggi ho smontato l’albero e fatto le pulizie.
    Nei prossimi giorni ritirerò la moto nuova. Eggià, ho dovuto prenderla nuova perchè la mia vecchia cara e fidata motina se l’è risucchiata l’alluvione.
    L’ho ritrovata mezzo km più giù, mezza distrutta. Irrecuperabile.
    Quindi, anno nuovo, dueruote nuova. Speriamo di aver fatto una buona scelta!

Più o meno questo è tutto.

A presto!

Pubblicato da: esplosione di gioia | 29/12/2011

FACCIAMO L’APPELLO?

Ci siete? Ci siamo ritrovati????

Chi manca?

Qui è tutto nuovo per me….se ci siete battete un colpo, per faaaavooore? (vi faccio anche il labbruccio se volete)

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie